Un giorno di festa

Un pubblico più numeroso del previsto ha partecipato al “Festival della cultura ucraina” organizzato quest’anno dall’associazione “Ucraina insieme” di Padova. 

L’iniziativa ha coinvolto anche noi per due motivi. Il primo è perché del gruppo di ballo di “Ucraina insieme”“Pereveslo”, fa parte anche la “nostra” Oleksandra, coordinatrice per i pazienti di POG Lifeline, la fondazione inglese con la quale stiamo collaborando. Il secondo è che abbiamo fatto in modo che alcuni bambini ucraini e kirghisi in cura presso l’ospedale di Verona potessero partecipare  con le loro mamme o famiglie al festival.

Molti i momenti originali: la suonatrice di bandura, strumento a corde tipicamente ucraino, il danzatore di “gopak“, la danza dei cosacchi, i cori spontanei durante il pranzo, ovviamente ucraino, oltre alle esibizioni vere e proprie di gruppi folcloristici, cantanti, ecc. .

Il tutto nello spirito dell’incontro tra gruppi ucraini provenienti da varie regioni italiane e con l’augurio di tempi migliori per l’Ucraina.